Incentivo Autoimprenditorialità per Giovani e Donne "Nuove imprese a tasso zero" Ministero dello Sviluppo Economico, fondi dal 13 gennaio 2016

09 Dicembre 2015

Si aprirà il 13 gennaio 2016 la nuova misura di finanziamento per l'Autoimprenditorialità "Nuove imprese a tasso zero" del Ministero dello Sviluppo Economico per nuove imprese di Giovani e Donne.

In sintesi:
•    prevede la concessione di mutui agevolati a tasso zero, per investimenti fino a 1,5 milioni di euro (per singola impresa);
•    domande attraverso il portale di Invitalia;
•    si rivolge ai giovani fino a 35 anni e alle donne indipendentemente dall’età;
•    possono presentare la domanda di accesso alle agevolazioni le imprese costituite al massimo da 12 mesi;
•    possibilità di presentazione della domanda anche da parte di persone fisiche che intendono costituire una società.

La domanda si presenta solo on line, sulla piattaforma informatica di Invitalia. Chi vuole chiedere gli incentivi deve quindi registrarsi ai servizi online di Invitalia e poi entrare nell’area riservata per compilare direttamente sul web la domanda, caricare il business plan e la documentazione da allegare. Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).
“Nuove imprese a tasso zero” non è tecnicamente un bando: quindi non ci sono scadenze, né graduatorie. Le domande vengono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento fondi. Dopo la verifica formale, è previsto un esame di merito che comprende anche un colloquio con gli esperti di Invitalia. L’esito della valutazione viene comunicato normalmente entro 60 giorni dalla presentazione della domanda.
Le società che superano la selezione possono ricevere un finanziamento a tasso zero, che può coprire fino al 75% delle spese totali e che deve essere restituito massimo entro 8 anni.
“Diamo prestiti senza interessi – afferma l’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri – ma solo ai business plan che ci convincono davvero. Più che essere tra i primi a presentare la domanda, è quindi importante inviarci un progetto imprenditoriale valido e credibile. Ai giovani interessati ai finanziamenti ricordo che non è necessario avere una società già costituita, ma si può creare anche dopo che il progetto è stato approvato".


Per maggiori dettagli e regolamento vedi i link:

- Ministero dello Sviluppo Economico

- Invitalia


Condividi sui tuoi social network


SERVIZI PER LE IMPRESE

L’obiettivo di Verona Innovazione è di contribuire alla crescita della qualità e dell’innovazione del sistema delle imprese del territorio veronese con particolare attenzione a quelle medie e piccole.